evento_nabilah45

Condividi

sabato 3 giugno 2017 dalle ore 22:00

FREE ENTRY FINO ALLE 24 !

Descrizione

Truecolors Fest il concerto che diventa Party
(Free entry fino alle 24)

Sabato 3 Giugno siamo felicissimi di ospitare quattro gruppi campani che negli ultimi anni hanno regalato tantissimi sorrisi ed ottima musica nel circuito indie.

Truecolors Fest ospitera’ sul palco del Nabilah:

Sabba e gli incensurabili
“Linguaggio cantautorale e sound fresco e frizzante con venature blues e spirito “stradaiolo”, un mix raro nella musica odierna.”
Vincitori Emergenza Indie 2011
Vincitori Nano Contest 2011
Vincitori Musica e Libertà 2011
Vincitori Festival Pub Italia 2011
Vincitori Premio M.E.I. Rete dei Festival 2012
Finalisti Premio Fabrizio De Andrè 2013
Finalisti Ugo Calise Festival della Canzone d’Autore 2015 sezione “inedito”
Vincitori Ugo Calise Festival della Canzone d’Autore 2015 sezione “cover”
https://www.facebook.com/glincensurabili/

Mexico 86
Sonorità del sud, Sud Italia, Sud America, Sud del mondo filtrate da suoni rock e canzoni incalzanti…
Una voce, una tromba, una chitarra, un basso, una batteria e tanto ritmo per uno dei gruppi simbolo della nuova scena italiana che vuole far muovere e divertire.
A tre anni dal loro esordio, dopo quale si sono susseguite tantissime date e numerose partecipazioni a Festival importanti in Campania, i Mexico86 propongono i brani di “Sprovveduta”, il loro primo lavoro discografico, un lavoro in cui sono evidenti contaminazioni che vanno dal country al folk al punk, con riff di organi, chitarre distorte e testi sarcastici che non restano indifferenti a tutto ciò che di sbagliato avviene quotidianamente.Trombe, archi, percussioni, cori, synth …e fuzz, riescono a sovrapporsi perfettamente allo stile semplice e naif delle melodie, senza mai sovraccaricare le composizioni, senza mai alterare quella leggerezza e quel flusso di suoni dinamici e delicati.
https://www.facebook.com/Mexico86band/

Tartaglia Aneuro
L’anima. La terra. Il corpo. E l’aria che respira. Il bisogno di cantare, e ascoltare. Il diritto all’espressione, alla ricerca, alla continua evoluzione.
Il folk della tradizione con i ritmi del terzo millennio, il canto come via di guarigione e uno spirito rock per risvegliare la coscienza dal suo antico torpore…
Nato in terra Flegrea, prima ancora che napoletana, il progetto Tartaglia Aneuro prende le mosse nel 2012 dall’incontenibile bisogno espressivo di Andrea Tartaglia, che riunisce attorno a sé il chitarrista e compositore Paolo Cotrone, il bassista Mattia Cusano, il percussionista Salvio La Rocca, e dopo una lunga gavetta in formazione “unplugged”, si aggiunge in pianta stabile il batterista Federico Palomba, con cui inizia il lavoro di arrangiamento e rifinitura del materiale cantautorale di Tartaglia.

Aprono il concerto dei 99 Posse al Parco dei Camaldoli. Con Palomba subentrato in formazione, partecipano allo Jam Camp del Meeting del Mare di Marina di Camerota, guadagnando il 2o posto, che gli permetterà di aprire la serata del 31 maggio con Le Luci della Centrale Elettrica, e il Premio della Critica, che si trasforma in un invito ufficiale al M.E.I. (Meeting Etichette Indipendenti) 2014 da parte di Giordano Sangiorgi in persona.
Il 7 luglio partecipano al concertone in Piazza Dante di Napoli a sostegno della cassa operaia (cassintegrati Fiat) organizzato da Daniele Sepe, con Andrea Tartaglia in persona a presentare i numerosi ospiti della serata, tra cui The collettivo, Foja, La Maschera, Shaone, ‘O Rom, Gnut, Piero Gallo, Bisca, e tanti altri.
Alla conclusione di questa esperienza già s’intravede l’albero maestro del progetto Capitan Capitone e i Fratelli della Costa, collaborazione nata tra un live e un’uscita sul gommone di Daniele Sepe (l’ormai celebre Capitone) in compagnia dei membri delle varie band. In soli due mesi di lavorazione, grazie anche ad una felice campagna su Music Raiser, il progetto va in porto e il brano “Le Range Fellon”, scritto da Andrea Tartaglia, registrato dai Tartaglia Aneuro e un’orchestra di fiati, con la sapiente direzione artistica del Capitano Sepe, resta per ben 3 settimane al primo posto della classifica Viral 50 di Spotify e per oltre un mese nella Top 10
https://www.facebook.com/tartagliAneuro/?fref=ts

Profugy
Un concerto, un racconto fatto di note, voci e musica.La folk band dell’hinterland napoletano vi catturerà con le sue storie intrecciate di persone e società.
Il progetto ha tutte le intenzioni di smontare le false verità e le rigide convenzioni della società e di portare una ventata di provocante libertà in un mondo stritolato dai pregiudizi. La proposta musicale si compone nello specifico di un genere pop-folk, con ampi rimandi ai ritmi reggae-country, ma sempre di matrice acustica.
Con stile ironico, sarcastico e provocatorio, le canzoni presentate , non solo quelle dell’EP,ma anche quelle suonate ai live, si offrono come dei menestrelli o dei cantastorie fantastici, con la non trascurabile differenza che anziché decantare le gesta dei potenti, li ridicolizzano e li sfidano. Per gettare luce invece sulle persone inutili ed inosservate.
3 Settembre 2016. Esce il nuovo singolo “Paura d’ o mare” con la collaborazione di Gregorio Rega e Giulia Olivieri.
Da Ottobre 2016 la band si è legata all’etichetta Marocco Music di Rocco Pasquariello,lavorando al disco che si pensa uscirà per l’autunno 2017.
https://www.facebook.com/iProfugy/

A SEGUIRE Dj set all night long con:

– CAPOCELLI
– BONKY
– DON RAFFAELLO 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit